Spalla – lesione di cuffia

La Lesione della cuffia dei rotatori

Avete dolore alla spalla prevalentemente durante le ore notturne ?

Il dolore è di tipo urente (tipo taglio)?

La sintomatologia è iniziata in maniera subdola (senza una causa apparente)?

Il movimento della spalla risulta doloroso specialmente nei movimenti sopra la testa?

La forza risulta decisamente diminuita?

Questi sono alcuni dei sintomi più frequenti che si manifestano in un paziente con una lesione della cuffia dei rotatori della spalla.

LA CUFFIA DEI ROTATORI

La cuffia dei rotatori è costituita da alcu- ni muscoli che si inseriscono tra la scapola e l’omero. La loro funzione è quella di far muovere la spalla nelle diverse direzioni dello spazio e in modo particolare per sollevare la mano sopra la testa ( per es. per pettinarsi o riporre un oggetto sopra uno scaffale alto). I movimenti della spalla che si possono compiere, in assenza di dolore, con una cuffia dei rotatori sana sono (fig.):

. In alto e indietro.
. In basso e indietro.
. Attraverso il torace.
. Di lato.

LE CAUSE PIU’ FREQUENTI DI LESIONE DELLA CUFFIA:

  • Trauma diretto o indiretto alla spalla avvenuto anche diversi mesi o anni prima dell’inizio della sintomatologia.
  • Eccessivo utilizzo dei muscoli della spalla dovuto a movimenti ripetuti ( in attività lavorative o sportive).
  • Conformazione anatomica dell’acromion.
  • Multifattoriale.

DIAGNOSI:

  • Saranno necessarie:alcune domande da parte del vostro specialista per determinare il tipo di dolore.
  • alcuni tests specifici di movimento.
  • Esami strumentali: radiografie, ecografie ed eventualmente una Risonanza Magnetica Strumentale.

TERAPIA:

La terapia tende a ristabilire una buona mobilità della spalla in assenza di dolore.
Non essendoci una lesione della cuffia uguale all’altra, il recupero dipende da numerosi fattori: età, fisioterapia, tipo di lesione della cuffia. Il vostro specialista sarà comunque in grado di illustrarvi in maniera adeguata i vantaggi e gli svantaggi delle diverse terapie chirurgiche e non chirurgiche.

Terapia NON chirurgica:

  • Modifica dei movimenti che metto-no sotto stress la spalla.
  •  Fisioterapia specifica per il vostro problema.
  • Infiltrazione di corticosteroidi ed anestetici.

Terapia CHIRURGICA:

l’intervento chirurgico comporta naturalmente un periodo di ricovero in Ospedale della durata approssimativa di 3/6 giorni. Al momento del ricovero dovrete portare tutti
gli esami che sono stati effettuati per giungere alla diagnosi ( RX, ECO, Risonanza Magnetica Nucleare…).

  • Riparazione cuffia attraverso incisione chirurgica (via aperta).
  • Riparazione cuffia attraverso tecniche artroscopica (via chiusa) nella quale si utilizzano delle sonde per riparare la lesione senza bisogno di incidere con il bisturi.

Condividi sui Social Network